Home » Topic » Generica » Cristallo di ghiaccio by Swarowsky

Cristallo di ghiaccio by Swarowsky

  • Questo topic ha 10 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 17 anni fa da doctor68.
Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Post
  • #1255959
    doctor68
    Partecipante

    Da un’idea di nottegiorno, con cui si chattava stamane, si discuteva sull’opportunità di porre uno sfondo chiaro o uno scuro per meglio valorizzare un oggetto di cristallo d.o.c. come un articolo Swarowsky (qui “Ice crystal”). [IMG]public/imgsforum/2007/16.jpg[/IMG] [IMG]public/imgsforum/2007/23.jpg[/IMG] [IMG]public/imgsforum/2007/33.jpg[/IMG] [IMG]public/imgsforum/2007/43.jpg[/IMG] [IMG]public/imgsforum/2007/52.jpg[/IMG] [IMG]public/imgsforum/2007/61.jpg[/IMG] In tutte le immagini ho fatto uso di luce fredda a led, laser e luce spot blu in modo da ottenere sempre effetti diversi. Qual’è la vostra preferita ?

    #1255972
    ss1983
    Partecipante

    la 4

    #1255976
    dwaim
    Partecipante

    Per me la 5… ottimi colori…

    #1256141
    nottegiorno
    Partecipante

    Doc, spettacolari davvero, credo che studierò un po’ i dati exif. Non è che mi spieghi più dettagliatamente che luci hai usato e la loro potenza?! Io ho cavato poco di buono l’altra sera, dopo carico due foto di esempio. Complimenti :O

    #1256145
    fireblade
    Partecipante

    Sono originali ma tutte molto rumorose. Se fossi in te abbasserei la sensibilità iso ed userei un cavalletto, ne guadagneresti in nitidezza che inq uesto genere di scatti è essenziale [lo]

    #1256160
    geko78
    Partecipante

    la 2

    #1256203
    doctor68
    Partecipante

    Innanzi tutto grazie per la Vs. attenzione. Mi pare opportuno dare qualche spiegazione: la sensibilità utilizzata è di 400 ISO ed il diaframma selezionato è il “18” per avere un buon controllo della PdC anche in oggetti abbastanza piccoli ma con una ripresa ravvicinata, l’otturatore andava dai 20 ai 30 secondi. L’oggetto è stato appeso ad un filo nero in una stanza completamente buia per avere uno sfondo scuro (secondo me più adatto per gli oggetti di cristallo). La fotocamera era attaccata al cavalletto ed era attivata dal telecomando per ridurre al minimo il micromosso. Le luci utilizzate sono state: una lampadina tascabile a led (luce fredda), un led azzurro ed una penna laser. All’occhio attento di Fireblade non è sfuggito il “rumore”, confermo, anche se più di rumore (400 ISO) in realtà si trattava di mosso vero e proprio. Come dicevo prima il “cristallo di ghiaccio” era appeso ad un filo sottile, quindi poco stabile soprattutto con tempi così lunghi, bastava uno spiffero d’aria o il mio stesso movimento per fare oscillare l’oggetto. Non è stato facile. ma la prossima volta studierò un altro espediente. Grazie a tutti, ancora, un abbraccio.

    #1256456
    Franco
    Partecipante

    …..direi la prima se non avesse la dominante viola, prova ad illuminarla con una dicroica, in genere fornisce la miglior luce per cristalli e pietre trasparenti. Solo con il fondo bianco si possono apprezzare le sfaccettature della pietra, non per niente in gioielleria il bianco è il crema sono i fondali preferiti per le pietre, anche se il nero è piu’ adatto per far risaltare i giochi di luce Ciao

    #1256489
    doctor68
    Partecipante

    Originariamente inviato da fra65: …..direi la prima se non avesse la dominante viola, prova ad illuminarla con una dicroica, in genere fornisce la miglior luce per cristalli e pietre trasparenti. Solo con il fondo bianco si possono apprezzare le sfaccettature della pietra, non per niente in gioielleria il bianco è il crema sono i fondali preferiti per le pietre, anche se il nero è piu’ adatto per far risaltare i giochi di luce Ciao

    Giusto Fra, la dominante viola l’ho data io applicando in post un filtro tonale viola per dare un minimo di colore. Concordo con te, lo sfondo scuro è raccomandabile per esaltare le proprietà dei cristalli.

    #1256580
    Franco
    Partecipante

    Ciao Doctor……. no, intendevo dire che il fondo chiaro è piu’ adatto, anche se in rari casi il fondo nero può servire per mettere in evidenza il fuoco della pietra (l’effetto “arcobaleno” della sfaccettatura) ma questo per creare contrasto e per evidenziare solo il fuoco, infatti swarowski utilizza i fondali neri per creare contrasto ed evidenziare lo spettro dei suoi cristalli, molto adamantino, ma normalmente si preferisce i fondali chiari per far risaltare il fuoco, le sfaccettature, la struttura interna della pietra o del vetro e il gioco (rimbalzo) interno di luci, scopo della sfaccettatura. Se la pietra ha un bel fuoco si utilizza luce bianchissima, tanto ci pensa la pietra a scomporre la luce, ed è proprio dalla scomposizione e relativa dispersione della luce che attraversa la pietra che si capisce la sua natura, Infatti nell’osservazione delle pietre, ad esempio con una tripletta o uno spettroscopio o un altro strumento di laboratorio, poniamo la pietra su una superficie bianca e per evidenziare le sue caratteristiche la mettiamo alla luce, ad un determinato angolo di luce (non definibile in assoluto, ma variabile secondo il taglio della pietra e al risultato che si vuole ottenere). In genere, nell’osservazione e quindi anche nella fotografia i risultati migliori si ottengono con fondali luminosi di questo tipo (in ordine di luminosità decrescente)…… illuminazione posteriore e/o superiore, illuminazione superiore e specchio posteriore a differente distanza, fondo bianco riflettente, fondo bianco opaco. Spero di esserti stato d’aiuto…… ciao

    #1256592
    doctor68
    Partecipante

    Thanks Fra…ogni contributo è un valido aiuto. [lo] [lo]

Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

People Who Like Thisx

Loading...

People Who viewed ThisX