Home » Topic » Canoniani Cafe’ » Ottenere Collaborazione Con Testate e Riviste

Ottenere Collaborazione Con Testate e Riviste

Stai visualizzando 5 post - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Post
  • #1510933
    riccardo87aq
    Partecipante

    Quali sono i requisiti per collaborare con testate e riviste per reportage fotografici. Vorrei iniziare a collaborare con qualche sito, blog, rivista locale o regionale con qualche servizio fotografico e non essendo un fotografo professionista volevo sapere quali requisiti sono necessari???

    #1510938
    emmeti71
    Partecipante

    Scusa se prendo spunto dalla tua domanda (alla quale non so rispondere) per sottolineare come il fotogiornalismo, a causa proprio della proliferazione del “non professionista” stia morendo. Grazia Neri sta chiudendo. La più grande e storica agenzia di fotogiornalismo italiana. E perchè? perchè adesso chiunque può fornire documentazione fotografica a chiunque. Spesso, per la smania di apparire come autore, le foto e i filmati vengono ceduti gratis. Basta vedere i TG e le pagine web piene di “contributi dai telespettatori/lettori”. E così, molti fotografi di reportage si trovano costretti a fare i conti con questa realtà.. da un lato, le tasse da pagare (partita Iva, tutele varie…), dall’altro si vedono spesso le loro foto respinte, tanto qualcuno che me la regala ci sarà… E spesso i fotogiornalisti sono anche iscritti all’albo dei giornalisti, che purtroppo non può tutelarli come fa con i giornalisti “normali”. L’unica soluzione sarebbe obbligare le riviste e i tg a comprare immagini dai fotografi iscritti a un albo, o da agenzie accreditate. Scusa ancora l’ot nel tuo post

    #1512877
    dirosa82
    Partecipante

    Ciao Marco, leggevo la tua risposta e pensavo, non possiamo certo prendercela con chi desidera emergere, trasformare un hobby in passione. Gli organi di informazione, non dovrebbero fornirsi solo di “dilettanti”,la serietà delle riviste o dei Tg è fondamentale, arrivare ad obbligarle non credo che porti alla soluzione. Se dici che il fotogiornalismo sta morendo a causa del “non professionista” non sono d’accordo, ora non so nello specifico di Grazia Neri, ma penso che chi sa lavorare, chi ha idee innovative, spirito di iniziativa ha molte chance di lavorare. Il professionista lo si riconosce non dall’attrezzatura ma da come si pone e da quello che realizza, certo non dal cartellino che mostra sulla giacca. Diversi “dilettanti” di questo forum potrebbero lavorare tranquillamente in una agenzia di fotogiornalismo, sfortunatamente non è il mio caso [arr] un saluto [can]

    #1512980
    Fabio
    Partecipante

    Permettimi di dissentire emmeti, su quanto hai detto sui tg. Benché non sia entusiasta della qualità dei servizi che vanno in onda e della qualità in generale dell’informazione televisiva, può accadere a studio aperto che vengano usati filmini amatoriali. E infatti in questi casi si vede subito la differenza qualitativa. Il settore giornalstico televisivo difficilmente potrà subire lo stesso processo che sta subendo l’editoria giornalistica. Il problema è principalmente uno: le reflex a basso costo ormai, si sa, ci sono e sfornano file che se uno è un minimo avvezzo alla fotografia pu tirare fuori qualcosa di “utilizzabile” per la carta stampata (ho detto utilizzabile, non decente 🙂 ) Per quanto riguarda il video, la meno pretenziosa è mediaset, la quale per buona parte utilizza il formato DVCAM, che già non è per nulla a buon mercato. La RAI, inoltre non accetta quasi per nulla il supporto DVCAM e rimane arroccata sulle tecnologie BETACAM, le quali non hanno assolutamente modo di essere usate dall’appassionato di video, a meno che non abbia veramente tanti soldi da buttare, tra telecamera, ottica e cavalletto (si parla sul nuovo di andare a spendere sui 55/60mila euro) … Se poi pensate che un nastro beta se non preso in grandi quantità può costare tra i 15 e i 20 euro…

    #1514236
    mukko
    Partecipante

    il fatto che grazia Neri abbia chiuso non credo che sia colpa di nessuno, se non dell’azienda stessa, come accade in ogni campo. questi sono anni di cambiamento, la tecnologia alla portata di tutti ha aperto mondi e orizzonti a chi prima non pensava neanche di poter imbracciare una macchina fotografica, con risultati sorprendenti. una azienda che vule rimanere al passo non solo deve essere attenta e capace, deve sapere anticipare i tempi e muoversi di conseguenza. per avviare delle collaborazioni, serve tanta pazienza, tempo libero ed email. iniziare a girare per redazioni o agenzie e prepararsi a tanti “le faremo sapere”

Stai visualizzando 5 post - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

People Who Like Thisx

Loading...

People Who viewed ThisX