Home » Topic » Altri Obiettivi » Sigma 17-70: macro…ma quanto MACRO?

Sigma 17-70: macro…ma quanto MACRO?

  • Questo topic ha 39 risposte, 8 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 17 anni fa da tamata80.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 40 totali)
  • Autore
    Post
  • #1250675
    DoctorFrag
    Partecipante

    Volevo sapere se alcuni, o tutti i possessori del Sigma 17-70 2.8-4.5 DC Macro, hanno notato la stessa cosa: l’obiettivo è molto più macro di quanto non dovrebbe! (?) In sostanza, con una 400D, riesco a mettere a fuoco senza problemi oggetti a 3-4 cm dalla lente frontale… …Ma se viene riportato 20cm minima distanza di messa a fuoco…sbaglio io ad interpretare “dalla lente frontale”…o qualcosa non funziona? L’obiettivo sembra lavorare normalmente per tutto il resto.

    #1250694
    MicioMacho
    Partecipante

    Son sempre io Doctor, io credo che la distanza sia riferita al soggetto rispetto al sensore…. altrimenti non si spiega. Ad ogni modo, il 17-70 ha un rapporto d’ingrandimento 1:2.4, mentre il 70-300 APO MACRO, anche se a 95cm… ha un rapporto di ingrandimento di 1:2… Ci conviene iniziare a pensare ad un obiettivo MACRO 100%… Ciao Doctor, per stasera stacco davvero, che mia moglie mi ha appena detto che penso più al forum che a lei, che è appena tornata!

    #1250695
    DoctorFrag
    Partecipante

    Mmmm…tu dici rispetto al sensore…mah. Ho posto il dubbio al tipo del Fotoamatore di Pontedera, giusto oggi, mentre facevo il bottino del 70-300; pareva basito…e incompetente non è proprio… :O Bo? Diciamo che la cosa non ha importanza, vai. Domattina, se mi sveglierò prima dell’ora di pranzo (mica banale…), andrò a cercare qualche tacchino vestito da surfista qui sul lungomare…a tiro di 300…o 480…o quello che sarà 😉

    #1250699
    MicioMacho
    Partecipante

    Pontedera? ma pensa te… Anch’io mi servo spesso da “Il fotoamatrore”, di Lucca però… Vai, facci vedere qualche tacchino sulla tavola da surf, ma occhio agli schizzi… e soprattutto alle beccate! ^_^ Notte

    #1250806
    yordanrhapsody
    Partecipante

    la mia è solo una supposizione, ma non potrebbe essere che la distanza minima di messa a fuoco per il macro sia intesa con la lente tutta estesa, cioé a 70mm? fai questa prova, metti a fuoco a 70mm, e vedi quant’è la distanza minima… poi fai quest’altra prova, metti a fuoco il più vicino possibile a 17mm (che dovrebbero essere i tuoi 3-4cm) poi zooma a 70mm e rimetti a fuoco (che dovrebbero essere i 20cm dichiarati dalla casa) e vedi quale delle due immagini è più ingrandita (in teoria, per quanto più lontano, dovrebbe essere più grande l’immagine scattata a 70mm e quindi più macro dell’altra) se ho frainteso qualcosa o se ho sbagliato qualche ragionamento vi prego di scusarmi… ps comunque non sempre le distanze minime, come i rapporti di ingrandimento, sono precisi, soprattutto per lenti come le sigma e tamron, dove spesso si incappa in esemplari fallati, ma anche in modelli superiori a quanto dovrebbero essere…

    #1250835
    MicioMacho
    Partecipante

    Allora, sicuramente il massimo dell’ingrandimento MACRO lo ottieni zoomando a 70mm… Ma quando si parla di distanza minima di messa a fuoco, sicuramente si intende alla focale più bassa (17mm), distanza che si mantiene anche zoomando. Non a caso, nelle specifiche degli obiettivi viene riportata una sola distanza e non una distanza minima ed una massima, il che sta a significare che da quella determinata distanza in poi l’obiettivo è sempre in grado di mettere a fuoco. Questo non vale per esempio per il 70-300 APO MACRO che, come risulta anche dalle specifiche tecniche dell’obiettivo, ha una messa a fuoco minima di 150cm ma, selezionando il pulsante per il macro, lavorando nell’escursione compresa tra i 200 e i 300mm – in MACRO – con una messa a fuoco minima di 95 cm. Ciao, Jul

    #1250837
    MicioMacho
    Partecipante

    Hem… mamma mia che italiano nell’ultimo periodo, pardon, è la fretta! …ha una messa a fuoco minima di 150cm ma, selezionando il pulsante per il macro, lavorando nell’escursione compresa tra i 200 e i 300mm – in MACRO – la distanza di messa a fuoco minima si riduce a 95cm. – Ora va un po meglio… AHAHAHAH Ciao ragazzi… Buon Anno

    #1250841
    yordanrhapsody
    Partecipante

    bè, allora penso che un’immagine a 70mm da 3cm sia una supermacro pensa che il canon efs 60mm f2.8 usm macro ha una distanza minima di messa a fuoco di 20cm, ed ha un rapporto di ingrandimento 1:1, aumentando la focale a 70mm ed avvicinandosi fino a 3cm……

    #1250854
    MicioMacho
    Partecipante

    Naaa, il 17-70 per esempio ha un rapporto di ingrandimento massimo (MACRO) di 1:2,4. Questo significa che il rapporto di ingrandimento maggiore si ha alla massima lnghezza focale e alla minima distanza possibile di messa a fuoco. Quindi: 1:2,4 a 70mm ad una distanza di 20cm. Ti ricordo che i 20cm sono la distanza minima di messa a fuoco sia a 17 che a 70mm. Il 60mm/2.8 ha un rapporto di ingrandimento di 1:1, ovviamente, alla distanza minima di messa a fuoco. man mano che ti allontani dai 20cm… aumenta anche il rapporto di ingrandimento… Ciao

    #1250964
    yordanrhapsody
    Partecipante

    non ci siamo proprio capiti… stavo solo facendo un paragone col canon 60macro… se doctorfrag afferma che la sua lente mette a fuoco a 3-4cm, mantenendo la distanza minima di messa a fuoco uguale su tutta la focale… allora significa che il suo sigma 17-70 mette a fuoco a 70mm ad una distanza di circa 3-4cm… in queste considizioni si ha un rapporto di ingrandimento più spinto rispetto al macro 1:1 del canon 60macro… mi sono spiegato meglio? ora, non so bene come si calcoli il rapporto di ingrandimento, ma se a 60mm a 20cm di distanza si ha un rapporto 1:1, allora penso che a 70mm a 3-4cm di distanza dal soggetto si aumenti di parecchio l’ingrandimento del soggetto, facendo dell’ottica del nostro amico, una lente macro capace di fotografare i cristalli di neve come un microscopio…

    #1250998
    MicioMacho
    Partecipante

    AHAHAHAH, si si, infatti, non riusciamo a spiegarci e comunque ad intenderci. Doctorfrag sostiene che la sua lente, un Sigma 17-70mm MACRO, riesce a mettere a fuoco anche ad una distanza di pochi cm. Allora… quella lente ce l’ho anche io! Confermo che si arriva a mettere a fuoco un soggetto a qualsiasi distanza focale si lavori -17 o 70mm-, fino quasi a sfiorare la lente! Detto questo, si sono fatte tutta una serie di ipotesi su quale sia la distanza effettiva di messa a fuoco minima. Ad ogni modo, qualunque essa sia, il rapporto di ingrandimento massimo della “nostra” lente è e rimane, alla massima estensione focale (70mm), di 1:2,4. Quindi, un obiettivo Macro, di qualsiasi focale, (60-100-150…), con rapporto di ingrandimento 1:1, alla propria distanza minima di messa a fuoco, se anche maggiore del Sigma 17-70, ingrandirà comunque più del doppio rispetto al 17-70. Lo zoom Sigma 70-300mm APO DG MACRO, a 300mm di estensione focale, alla distanza minima di messa a fuoco di 95 cm, ingrandisce il soggetto più del 17-70 (che arriva a sfiorare la lente…) perchè ha un rapporto di ingrandimento di 1:2 contro l’1:2,4 di quest’ultimo. Mi pare sia tutto chiaro, no? Saluti… Jul

    #1251025
    yordanrhapsody
    Partecipante

    vediamo se riesco a capire allora, prima che mi mandiate al rogo per eresia… il rapporto di ingrandimento, non dipende dalla lunghezza focale e dalla minima distanza di messa a fuoco? anche intuitivamente, quando zoomi, “ingrandisci” il soggetto fotografato… se da una distanza di 20cm con un 60mm hai un rapporto di 1:1, alla stessa distanza con un 70mm lo stesso oggetto apparirà più grande e quindi il rapporto di ingrandimento dovrà essere maggiore, no? dove sbaglio il mio ragionamento? perché il canon a 60mm ha un rapporto 1:1 mettendo a fuoco a 20cm e il sigma alla stessa distanza e ad una focale maggiore ingrandisce di meno? non si sfidano le leggi della fisica?

    #1251042
    DoctorFrag
    Partecipante

    Signori, signori, signori! Che casino. Per quanto ne so io, rapporto macro 1:1 significa che la lente in grado di produrre tale ingrandimento proietta sul sensore/pellicola un’immagine grande esattamente quanto l’originale…ecco ;hm Macro 1:2…se si guardasse l’immagine sparata sul sensore, la vedremmo grande la metà dell’originale…tutto qui. A questo punto, quello che mi chiedo è questo: se il mio 17-70 quasi tocca l’oggetto fotografato…allora un 60mm macro dedicato come cavolo lavora? :s

    #1251050
    flx2000
    Partecipante

    Per definizione le lenti MACRO dovrebbero essere solo quelle con rapporto 1:1, ovvero in grado di riprendere e mettere a fuoco un’area di appena 36x24mm (le dimensioni di un 35mm). Giacché nel tempo si è affermato il formato 15x10cm come stampa standard, è chiaro che un formato grande 4 volte la pellicola forniva un ingrandimento ulteriore alla ripresa iniziale. Per questo motivo le lenti fino alla 1:4 riportano la dicitura MACRO; le richieste per tale condizione sono che si possa mettere a fuoco un’area di almeno 144x96mm per le 1:4, 72x48mm per le 1:2 e così via. E’ quindi chiaro che non basta conoscere la distanza minima di messa a fuoco e la lunghezza focale per determinare le prestazioni in termini di MACRO di una lente, e per questo i produttori usano indicare il valore del rapporto di ingrandimento massimo direttamente sull’obiettivo.

    #1251072
    Alfetta78
    Partecipante

    Non sarebbe il caso di fare una prova empirica per vedere se effettivamente la lente a 70mm riesce a mettere a fuoco un oggetto grande quanto il sensore della fotocamera occupando tutta l’inquadratura? Visto che i dati tecnici parlano di una distanza minima molto maggiore di qualche centimetro e che anche su questo punto non si capisce se ci si riferisca alla distanza dalla lente frontale o dal sensore. Anche io avevo notato che il plasticotto, mettendo a fuoco manualmente riusciva ad avvicinarsi un tantino più dei 28cm dichiarati da Canon.

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 40 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

People Who Like Thisx

Loading...

People Who viewed ThisX