Home » Topic » Accessori fotocamere » Testa per 500 mm F4

Testa per 500 mm F4

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 16 totali)
  • Autore
    Post
  • #1513448
    zaimon75
    Partecipante

    Finalmente ho comprato il 500 F4!!!! Adesso si pone il “problema” (fossero questi i problemi…) di quale testa/cavalletto affiancarci. Sul cavalletto dovrei aver risolto, premesso che non intendo spendere 700 euro per un Gitzo, sono orientato sul Benro C 457 M8. Sulla testa invece sono nella confusione più totale. Vorrei un cavalletto unico, quindi il più versatile possibile. Il che mi ha fatto arrivare alla conclusione della testa a sfera + sidekick. A questo punto però, quale testa a sfera?? Vale lo stesso discorso del Gitzo, quindi non intendo spendere 500-600 euro per una Arca Swiss o Kirk ecc. Sarei orientato sulla Cullmann 40200 ma non supporta piastre Arca, quindi andrebbe adattata. Mi date qualche idea? Grazie mille.

    #1513475
    fireblade
    Partecipante

    Originariamente inviato da zaimon75: Finalmente ho comprato il 500 F4!!!! Adesso si pone il “problema” (fossero questi i problemi…) di quale testa/cavalletto affiancarci. Sul cavalletto dovrei aver risolto, premesso che non intendo spendere 700 euro per un Gitzo, sono orientato sul Benro C 457 M8. Sulla testa invece sono nella confusione più totale. Vorrei un cavalletto unico, quindi il più versatile possibile. Il che mi ha fatto arrivare alla conclusione della testa a sfera + sidekick. A questo punto però, quale testa a sfera?? Vale lo stesso discorso del Gitzo, quindi non intendo spendere 500-600 euro per una Arca Swiss o Kirk ecc. Sarei orientato sulla Cullmann 40200 ma non supporta piastre Arca, quindi andrebbe adattata. Mi date qualche idea? Grazie mille.

    Posso riferirti la mia esperienza personale, forse potrà esserti utile per non spendere soldi a vuoto. Il sistema testa a sfera+sidekick è concettualmente versatile perché puoi passare dall’uso normale con la sola testa a sfera, alla fotografia naturalistica su treppiede innestando il sidekick. Come tutte le soluzioni “universali” bisogna però conoscere le limitazioni, che in questo caso configurano anche un pericolo per l’attrezzatura. Il sidekick infatti verrà innestato sulla slitta della testa a sfera, che dovrà essere ribaltata di 90° nella gola di cui molte teste a sfera dispongono. Quindi la stabilità del sistema è affidata esclusivamente alla tenuta del blocco della sfera. Ora, se su teste tipo arca-swiss tale tenuta è eccezionale, altrettanto non puo’ dirsi circa le varie imitazioni esistenti in commercio. Ma il grande pericolo non è tanto questo, quanto la possibilità di una manovra errata: se per sbaglio molli la sfera (e puo’ capitare, credimi), tutto il sistema crollerà di colpo, rischiando addirittura il ribaltamento del cavalletto. Inoltre dover serrare con grande forza la sfera per assicurarne il bloccaggio, col tempo provocherà l’usura anticipata delle guarnizioni. La seconda limitazione è insita nella struttura del sidekick: l’obiettivo dovrà essere montato su un pattino molto lungo, per assicurarsi di bilanciare alla perfezione le masse attorno al fulcro. Anche in questo caso, quando si libera il blocco, anche in perfetto equilibrio, basta dare un colpo al sistema per farlo cadere dalla parte opposta, con i rischi che puoi immaginare. A mio avviso questa configurazione è a malapena utilizzabile con un 300/2.8, giammai con un 500/4. La soluzione migliore è una testa dedicata: la wimberley. E’ una testa autonoma che si monta sul cavalletto, stabile, sicura e costruita senza risparmio. Inoltre l’obiettivo è montato in modo da configurare una “buca di potenziale”, ossia un sistema stabile che se disturbato ritorna nella posizione di equilibrio in tutta sicurezza, grazie alla costruzione a bilanciere. Evita come la peste i cloni indiani, sono costruiti al risparmio e ci devi mettere sopra più di 7mila euro di attrezzatura. Io e reynolds usiamo la wimberley originale: è costruita in modo impeccabile e per durare nel tempo, anche se chi costruisce teste equivalenti asserisce il contrario: ho abbastanza esperienza nella meccanica per poterti dire che si tratta di un prodotto che vale tutti i soldi che costa, e ti mette al sicuro l’investimento che hai fatto. 🙂

    #1513487
    zaimon75
    Partecipante

    Grazie Fire, puntuale ed esaustivo come sempre!

    #1513488
    10ste
    Partecipante

    Sui gitzo pensaci bene.. 700€ li spendi una sola volta e son per sempre.. Per il discorso testa considera la 501 hdv… la provi e se non ti soddisfa nom hai speso una cifra mondiale..

    #1513494
    reynolds
    Partecipante

    Il consiglio per un prodotto decisamente migliore rispetto a tutta la concorrenza è uno solo, ed purtroppo il più costoso, vale a dire Wimberley. Premetto che ho anche la Manfrotto 501 (non hdv, ma molto simile, praticamente uguale),che regge benissimo il peso del 500 mm e di una reflex abbinata, ma non ha la facilità di uso della Wimberley, con la quale muovere il tutto è esattamente come spostare un fuscello, essendo del tipo a bilanciere. Sono convintissimo che se tu la provassi per due minuti decideresti da solo.

    #1513502
    nico1969
    Partecipante

    Se mi posso permettere di consigliarti oltre alla Wimberly gia menzionata, prendi anche in considerazione la Photoseiki forse l’unica alternativa valida! è costruita bene ed è solida i materiali sono di pregio io la uso regolarmente con soddisfazione [lo]

    #1513508
    Linus
    Partecipante

    Anch’io sostengo l’idea di usare una molto più economica testa fluida specifica per il video e perciò munita di lungo braccio, all’estremità della quale porre il comando di scatto a distanza. In fondo, anche se priva di ribaltamento, il passaggio all’inquadratura verticale è ben consentita dal supporto rotante dell’ottica, posto in prossimità del baricentro del complesso ottica-macchina. I movimenti alto-basso e destra sinistra pure sono consentiti con piena continuità e la fluidità. Non disponendo di auto-bilanciamento occorrerà adottare un po’ d’attenzione per evitare cadute in avanti od all’indietro del complesso, ma il lungo braccio, se adeguato, bilancia bene il complesso (mal che vada si potrebbe appesantire per controbilanciare il peso dell’ottica). Ho provato una vetustissima Manfrotto mod. 128, con il 300 2.8 e duplicatore, per fotografie di aerei in evoluzione, ed è stato un piacere. E’ chiaro che un uso assiduo giustificherà la spesa per una testa specifica, ma, disponendone già (il mio caso ) o ravanando nel mercato dell’usato, una testa-video di medio livello potrebbe far risparmiare parecchio.

    #1514666
    zaimon75
    Partecipante

    Ok, per la testa ho risolto… andrò su Wimberley o Photoseiki. A questo punto si pone il problema del cavalletto. Ho sentito 2.000 pareri e ha più confusione in testa di prima. Ho sentito gente che usa la Wimberley con il Manfrotto 055 (che a dire la verità mi sembra un pò sottodimensionato), gente che asserisce che l’unica alternativa è il Gitzo GT 5541, che è mastodontico, porta 25 Kg e costa 1.000 euro! Io ero orientato sul Benro C357 in carbonio, su cui inserire la colonna corta, che di fatto lo fa diventare come se non l’avesse. Pesa meno di due kg e porta 18 kg. Vorrei poi montare sulla colonna originale una testa a sfera, in modo da avere un cavalletto unico e dove solo cambiare colonna con relativa testa. Che dite?

    #1514670
    fireblade
    Partecipante

    Anche qui ti riporto la mia esperienza. Dopo aver letteralmente buttato via i soldi per un manfrotto, neotec, con crociera in plastica molto debole, ho speso per la seconda volta, ma ho comprato un gitzo GT3540LS, in carbonio, a 4 sezioni, leggerissimo, inamovibile. Sono i soldi migliori che abbia mai speso: l’ho portato sulle dolomiti per fare le foto panoramiche, non ha ceduto di un millesimo. Lo uso per foto in appartamenti, a bordo di yacht, dentro i capanni per fare foto naturalistica, per foto paesaggistiche … perfetto. Inoltre la dotazione di accessori disponibili è sterminata. Pensaci su 🙂

    #1514674
    zaimon75
    Partecipante

    Scusa ma come fai a cambiare le teste?

    #1514686
    fireblade
    Partecipante

    Il cavalletto ha una base con una vite da 3/8, sulla quale si avvitano le teste. Tale base poi è sostituibile a piacimento con vari tipi di colonna.

    #1514693
    zaimon75
    Partecipante

    Quindi tu praticamente monti la Wimberley sulla piastra senza colonna e poi, per fare un esempio, ti compri una colonna a parte su cui monti una testa a sfera per le foto panoramiche? Ho capito giusto?

    #1514694
    fireblade
    Partecipante

    In realtà ho preso una colonna a cremagliera, che è comodissima ed ha la stessa base del piattello originale. Su quella alterno: – testa a sfera per foto ordinarie – wimberley per foto naturalistiche – 360° precision per foto panoramiche. Si svitano e avvitano in 2 secondi, quindi massima versatilità. Per foto particolari ho trovato su ebay di occasione un braccio laterale a cremagliera (per quei casi come ad esempio foto macro a forte sbraccio).

    #1514704
    zaimon75
    Partecipante

    Quindi non hai una colonna per ogni testa ma hai montato una colonna a cremagliera al posto del piattello, e sulla colonna alterni le varie teste? Mo con le teste a bilancere non sarebbe meglio non avere colonna centrale?

    #1522849
    zaimon75
    Partecipante

    Alla fine della fiera, dopo aver usato la Photoseiki con il Manfrotto 055 ho fatto il grande passo e ho comprato un Gitzo 3530LS. L’ho comprato in UK e alla fine mi è costato 150 euro in pù del benro che mi interessava. Vi sapro dire come va appena mi arriva!

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 16 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

People Who Like Thisx

Loading...

People Who viewed ThisX